Acque GRANDI – come e perchè succedono

Eventi estremi dove numerose componenti si sommano causando situazioni anomale, spesso non prevedibili nel lungo tempo, che mettono in ginocchio la città lagunare.

Nella credenza popolare le alte maree eccezzionali che invadono il centro storico di Venezia sono tipicamente generate dal persistere del vento di Scirocco. Assolutamente vero, ma per generare i livelli di marea straordinari visti nel ’66 o nel recente autunno 2019 non basta la sola forzante “Scirocco”.

L’affinarsi dei modelli matematici e la diffusione di dati di monitoraggio in tempo reale, permette ai ricercatori di meglio comprendere i fenomeni atmosferici e l’idrodinamica del bacino Adriatico e lagunare. La complessità di per se già elevata, è ancor più aumentata dall’entrata in gioco dei cambiamenti climatici che generano situazioni meteo non standardizzate.

Vi lasciamo ad un articolo scientifico prodotto da personale di undici istituti di ricerca con il quale si definiscono caratteristiche e dinamiche passate per individuare la futura evoluzione di questi fenomeni.

Extreme_floods_of_Venice_characteristics_dynamics_