SOLVE (Sistema Osservativo per la Laguna di Venezia)

CORILA da tempo ha iniziato una collaborazione con CNR-ISMAR e altri Enti in ambito lagunare per l’informatizzazione e condivisione dei dati. Il primo prodotto è stato il portale CIGNo (Collaborative Interoperable Geographical Node), avente lo scopo di pubblicare e rendere accessibili i risultati delle prime linee di ricerca in laguna di Venezia in ambito ambientale, architettonico ed economico. L’attuale portale SOLVe è nato in seguito ad una ristrutturazione del portale CIGNo, con un importante aggiornamento della parte informatica attraverso nuovi strumenti che permettono una pubblicazione e condivisione più efficace, facilitando l’accesso al dato soprattutto per i non addetti ai lavori. La piattaforma raccoglie, al momento, i documenti e i dati spaziali derivanti dall’attività di Monitoraggio degli effetti ambientali dei cantieri alle bocche di porto per la realizzazione del MOSE. Questo primo data-input è servito per testare le piattaforme utilizzate (GeoNode e CKAN) e programmare gli sviluppi futuri. Il portale SOLVe vuole anche fornire agli utenti un accesso “trasparente” e semplificato alle risorse, superando i diversi standard interni delle singole organizzazioni che forniscono le informazioni spaziali.

CKAN è un software per la creazione di siti Web orientati alla pubblicazioni di dati destinati al pubblico dominio (OPEN DATA) facilitandone la gestione e la raccolta. Lo strumento è attualmente utilizzato a livello governativo, da enti locali e organizzazioni che si occupano di OPEN DATA. In sostanza è una libreria che consente agli utenti di utilizzare le molteplici forme di ricerca per trovare i dati di cui hanno bisogno, visualizzarli in anteprima sfruttando mappe, grafici e tabelle. Anche CKAN come GeoNode è un software completamente OpenSource, con un’ampia comunità di sviluppatori che lo aggiorna costantemente. Tecnologia CKAN è basato su Python per le sezioni in backend e su Javascript per le sezioni di frontend. Utilizza il framework web The Pylons e SQLAlchemy come ORM. Come GeoNode sfrutta come database PostgreSQL. Ha un’architettura modulare che consente di sviluppare estensioni in grado di fornire funzionalità aggiuntive.
● Informazioni o “metadati” sui dati. Ad esempio, il titolo e l’editore, la data, i formati in cui è disponibile, la licenza rilasciata, ecc. Set di dati e risorse I dati pubblicati all’interno di CKAN sono denominati “dataset”. Un dataset è (letteralmente) un insieme di dati: ad esempio, potrebbero essere i set di misure idrodinamiche o la campagna di monitoraggio delle fanerogame. Quando gli utenti cercano i dati, i risultati di ricerca che vedranno saranno set di dati individuali che potrà contenere due cose:
● Un certo numero di “risorse”, che contengono i dati stessi. CKAN è indifferente al formato in cui si trovano i dati. Una risorsa può essere un foglio di calcolo CSV o Excel, file XML, documento PDF, file immagine, dati collegati in formato RDF, ecc. CKAN può memorizzare la risorsa internamente o memorizzarla semplicemente come un link, mentre la risorsa stessa è altrove sul web. Un set di dati può contenere un numero qualsiasi di risorse. Ad esempio, diverse risorse potrebbero contenere i dati per diversi anni o potrebbero contenere gli stessi dati in diversi formati.

 

VERBI (VEnice Research BIbliography) è un ambiente di ricerca che consente di accedere ad oltre 300 citazioni bibliografiche, con articoli allegati, relative alle ricerche scientifiche di CORILA per la salvaguardia di Venezia e della sua laguna.

Vai al sito…